egypt
AR
belarus
BE
bulgaria
BG
bangladesh
BN
bosnia
BS
spain
CA
czech_republic
CS
germany
DE
greece
EL
usa
EM
great_britain
EN
esperanto
EO
spain
ES
estonia
ET
iran
FA
finnland
FI
france
FR
israel
HE
croatia
HR
hungary
HU
indonesia
ID
italy
IT
japan
JA
georgia
KA
india
KN
south_korea
KO
lithuania
LT
latvia
LV
india
MR
netherlands
NL
norway
NN
india
PA
poland
PL
portugal
PT
brazil
PX
romania
RO
russia
RU
slovakia
SK
serbia
SR
sweden
SV
ukraine
UK
vietnam
VI
china
ZH

I giovani e gli anziani non apprendono allo stesso modo

Mentre i bambini imparano le lingue rapidamente, gli adulti ci impiegano più tempo. I bambini non imparano, però, meglio degli adulti. Imparano diversamente. Nell’apprendimento delle lingue, il cervello è chiamato a compiere molte operazioni ed apprendere tante cose insieme. Quando si impara una lingua, non si può solo riflettere su come usarla, ma anche imparare a pronunciarne le parole. Inoltre, gli organi deputati alla parola debbono imparare a muoversi diversamente. Il cervello deve imparare a reagire a nuove situazioni. Comunicare in una lingua straniera è una vera e propria sfida. L’apprendimento linguistico negli adulti dipende dalla loro età. A 20 o 30 anni si riesce ad imparare tutti i giorni. Non si fa tanta fatica a studiare ed andare a scuola. Il cervello è molto allenato e le lingue si possono imparare ancora ad un livello piuttosto elevato. Le persone dai 40 ai 50 anni hanno già imparato tantissime cose. Il cervello si serve di queste cognizioni, per combinare tutto ciò che già conosce con i nuovi contenuti. A quest’età, si riescono ad imparare bene le cose di cui si possiede già qualche cognizione. Per esempio, si possono imparare le lingue affini a quelle già apprese in passato. A 60 o 70 anni, si ha molto tempo a disposizione. Ci si può esercitare tanto, cosa importantissima per chi vuole imparare le lingue. Le persone più anziane, ad esempio, riescono ad imparare molto bene gli altri sistemi di scrittura. Insomma, ad ogni età si può imparare. Il cervello è sempre in grado di produrre altre cellule nervose, anche dopo la pubertà. Tra l’altro, lo fa volentieri …

text before next text

© Copyright Goethe Verlag GmbH 2015. All rights reserved.