egypt
AR
belarus
BE
bulgaria
BG
bangladesh
BN
bosnia
BS
spain
CA
czech_republic
CS
germany
DE
greece
EL
usa
EM
great_britain
EN
esperanto
EO
spain
ES
estonia
ET
iran
FA
finnland
FI
france
FR
israel
HE
croatia
HR
hungary
HU
indonesia
ID
italy
IT
japan
JA
georgia
KA
india
KN
south_korea
KO
lithuania
LT
latvia
LV
india
MR
netherlands
NL
norway
NN
india
PA
poland
PL
portugal
PT
brazil
PX
romania
RO
russia
RU
slovakia
SK
serbia
SR
sweden
SV
ukraine
UK
vietnam
VI
china
ZH

Indonesia, terra dalle tante lingue

La Repubblica d’Indonesia è uno dei paesi più grandi della terra. Questo stato insulare ha una popolazione pari a circa 240 milioni di abitanti, appartenenti a diversi gruppi etnici. In generale, si stimano circa 500 etnie, con tradizioni culturali diverse tra loro. In Indonesia si parlano naturalmente diverse lingue, circa 250, cui vanno ad aggiungersi tantissimi dialetti. Le lingue si classificano in base al gruppo etnico che le parla. Esiste la lingua giavanese e la lingua bahasa. Questa varietà linguistica può causare problemi per una efficiente organizzazione e gestione del paese. Così, con l’indipendenza della nazione, proclamata nel 1945, il bahasa-indonesia è divenuto la lingua ufficiale. A scuola si impara sia la lingua madre che il bahasa. Non tutti gli abitanti conoscono questa lingua. Solo circa il 70% parla il bahasa-indonesia, mentre è lingua madre di circa 20 milioni di persone. Anche le diverse lingue regionali hanno la loro importanza. Chi ama le lingue, troverà l’indonesiano molto interessante. Imparare questo idioma offre tanti vantaggi: non è molto difficile, le regole grammaticali si apprendono velocemente e la pronuncia corrisponde alla scrittura. Anche l’ortografia non è complicata. Molte parole indonesiane provengono da altre lingue. Inoltre, l’indonesiano sarà presto una delle lingue più importanti nel mondo. Insomma, ci sono tante buone ragioni per cominciare ad impararlo, no?

text before next text

© Copyright Goethe Verlag GmbH 2015. All rights reserved.