egypt
AR
belarus
BE
bulgaria
BG
bangladesh
BN
bosnia
BS
spain
CA
czech_republic
CS
germany
DE
greece
EL
usa
EM
great_britain
EN
esperanto
EO
spain
ES
estonia
ET
iran
FA
finnland
FI
france
FR
israel
HE
croatia
HR
hungary
HU
indonesia
ID
italy
IT
japan
JA
georgia
KA
india
KN
south_korea
KO
lithuania
LT
latvia
LV
india
MR
netherlands
NL
norway
NN
india
PA
poland
PL
portugal
PT
brazil
PX
romania
RO
russia
RU
slovakia
SK
serbia
SR
sweden
SV
ukraine
UK
vietnam
VI
china
ZH

Il futuro delle lingue

Oltre 1,3 miliardi di persone parla il cinese. Queste cifre la rendono la lingua più parlata al mondo. E così sarà anche nei prossimi anni. Il futuro di molte altre lingue non è invece così roseo, dal momento che molte lingue locali si estingueranno. Oggi sono circa 6000 le lingue parlate nel mondo. Secondo gli studiosi, una buona parte è a rischio di estinzione. In altre parole, circa il 90% di tutte le lingue potrebbe scomparire e molte potrebbero estinguersi già nel corso di questo secolo. Nei fatti, questo significa che ogni giorno una lingua scompare. Il valore dei singoli idiomi potrebbe cambiare in futuro. Al momento, l’inglese è al secondo posto, ma il numero dei madrelingua non è costante. L’andamento demografico chiarisce il motivo. In pochi decenni, altre lingue potrebbero dominare la scena. L’hindi/urdu e l’arabo potrebbero attestarsi al secondo e terzo posto, mentre l’inglese scenderebbe al quarto posto. Il tedesco sparirebbe dalla top ten. Il malese entrerebbe a far parte delle lingue più importanti. In questo quadro, molte lingue si estinguono ed altre nascono: le lingue ibride, miscugli linguistici parlati soprattutto nelle città. Nuove varianti linguistiche potrebbero sorgere e, in futuro, potrebbero esservi diverse forme di inglese. Il numero dei bilingui nel mondo potrebbe aumentare considerevolmente. Non è chiaro quale lingua parleremo nel futuro. Già fra 100 anni potrebbero esistere altre lingue. Non si finirà mai di imparare …

text before next text

© Copyright Goethe Verlag GmbH 2015. All rights reserved.